il tuo sorriso è l'immagine della tua salute la nostra professionalità al tuo servizio
Rivitalizzazioni

Con questo termine si intende un protocollo che prevede l’iniezione di sostanze carenti o non sufficientemente prodotte in modo autonomo a causa di aging cronologico, stile di vita o esposizione solare.

L’AJ utilizzato per la biorivitalizzazione non essendo chimicamente modificato non crea un effetto cuscinetto duraturo ma tende a distribuirsi uniformemente nel derma.

La biorivitalizzazione può essere fatta anche con associazione di AJ a:

  • vitamine(A E C D B K) : funzione di stimolo metabolico
  • aminoacidi: ruolo strutturale
  • minerali Na K Ca Mg garantiscono l’equilibrio ionico
  • coenzimi: attivano le reazioni biochimiche
  • acidi nucleici: stimolano la sintesi proteica

Queste formulazioni favoriscono le diverse reazioni biologiche di epidermide e derma; per poter contare su un effettivo processo di stimolo metabolico queste sostanze devono essere in concentrazione tale da sortire un effetto biologico misurabile e riproducibile.

Possono essere inoculati seguendo diverse metodiche.

  • microponfi :iniezione intrepidermica IED
  • papule :iniezione intradermica  IDS
  • Nappage: iniezione intradermica  ID  

Si possono usare tecniche di impianto lineari, a reticolo, o seguire le singole sottili rughe o increspature cutanee,  questo permette di migliorare il tessuto poco elastico e fragile. In caso di rughe adese prima di utilizzare il filler può essere utile infiltrare AJ biorivitalizzante con tecnica di scollamento.

Questo permette di mantenere uno spazio fra le fibre di collagene destrutturate e di attivare un ottimale processo di riparazione, favorendo la neoformazione di collagene e creando le migliori condizioni per la futura correzione estetica con filler.

Si possono programmare cicli di rivitalizzazione e peelling chimico alternati, allo scopo di suscitare una scossa metabolica ed un miglior turnover cellulare.